Fire Force 1×10 – Promessa | Recensione

Fire Force 1×10 – Promessa | Recensione

25 Maggio 2020 0 Di Marco Nisticò

In Fire Force 1×09 ci eravamo lasciati alle spalle lo scontro tra Shinra e Rikka, con l’episodio che si concludeva con la presentazione di due nuovi personaggi dall’oscuro profilo.

Nel decimo episodio veniamo catapultati nella Santa Sede della Chiesa del Sacro Sol, nel distretto di Chuo, dove l’imperatore ordina una riunione di tutti i capitani delle varie brigate, in vista di quello che è successo verso la fine dello scorso episodio, ossia il combattimento tra Shinra e Rikka del gruppo delle Cappe Bianche. Sembra che questa misteriosa setta, che lavora per il cosiddetto Evangelista, sia la causa scatenante degli Incendiati Artificiali, che abbiamo avuto modo di conoscere durante le puntate precendenti.

Nel frattempo all’8° Brigata si è aggiunta la Principessa Hibana , capitano della 5° brigata, che accompagnerà la squadra al tanto atteso incontro e collaborerà per scoprire di più sui diversi avvenimenti. La sua presenza sembra generare delle scene piuttosto ilari tra i vari componenti e dal suo sguardo pare avere una leggera infatuazione per Shinra, anche se fino a qualche episodio fa erano in netto contrasto tra loro.

Durante il viaggio verso Chuo, scopriamo la cosiddetta Centrale termoelettrica Amaterasu, che fornisce energia all’intera città di Tokyo. Non sappiamo se questo luogo verrà nuovamente menzionato durante la serie, ma per il momento è importante tenerlo a mente. Finalmente i nostri protagonisti raggiungono la sala dell’imperatore, dove li attendono i diversi capitani di brigata. Nell’ordine abbiamo:

  • Leonard Burns – 1° Brigata
  • Gustav Honda – 2° Brigata
  • Dr. Giovanni – 3° Brigata
  • Soichiro Hague – 4° Brigata
  • Principessa Hibana – 5° Brigata
  • Kayoko Huang – 6° Brigata
  • Shinmon Benimaru – 7° Brigata
  • Akitaru Obi – 8° Brigata

La situazione sembra più critica del previsto, dato che tutti i capitani sono riuniti per la prima volta. A parlare è lo stesso Imperatore Raffles III, che ordina a tutte le brigate di scovare l’Evangelista e sconfiggerlo, in quanto va contro il volere del Divino Sol, la divinità per cui ogni brigata lavora pur di rispettare la sua volontà. Successivamente si rivolge direttamente a Shinra Kusakabe, spiegando che egli possiede la Adolla Burst, una fiamma pura ed incontaminata con cui lo stesso Divino Sol ha generato il pianeta Prima Fiamma, e che alimenta anche l’Amaterasu. Shinra decide così di farci visita personalmente, incontrando nuovamente il Joker, con cui ricordiamo si è scontrato nell’episodio 3. E’ proprio in questa scena che viene rivelata una verità piuttosto agghiacciante: Sho Kusakabe, fratello minore di Shinra e finora dato per morto in un incendio dove Shinra viene considerato colpevole, fa parte di un Ordine che lavora per conto dell’Evangelista. Ciò significa che per raggiungere l’Evengelista, Shinra dovrà combattere con suo fratello, andando contro alla promessa di portarlo in salvo dalla rovina della città.

Ora scopriamo sicuramente alcuni interessanti dettagli riguardo il motivo per cui Shinra viene attaccato dalle Cappe Bianche poiché, possedendo l’Adolla Burst, viene considerato come una sorta di prescelto e quindi possiede delle abilità decisamente uniche, che l’Evangelista può sfruttare a proprio vantaggio. L’8° Brigata quindi dovrà fare di tutto per proteggere Shinra e catturare l’Evangelista, anticipando le sue mosse. Ci sono però moltissimi quesiti alla quale troveremo sicuramente risposta successivamente: Sarà vero ciò che dice Joker riguardo Sho? Cosa rappresenta esattamente l’Adolla Burst? Come è finito Sho a lavorare per l’Evangelista? Quanti pompieri sono coinvolti nel crimine degli Incendiati artificiali?

Interessante è la scena finale, dove viene finalmente mostrato uno dei personaggi che finora non aveva un vero e proprio volto ma solamente un nome e probabilmente sapete già a chi ci riferiamo.

Review Overview
Valutazione episodio
SUMMARY
3.5