Kiseiju: l’ospite indesiderato 1×01 – Un incubo nella mia mano

Kiseiju: l’ospite indesiderato 1×01 – Un incubo nella mia mano

23 giugno 2018 0 Di Manganime

Oggi iniziamo a parlare di Kiseiju: l’ospite indesiderato, attraverso la nostra analisi dei singoli episodi.

Allerta Spoiler!

L’inizio

L’episodio ha inizio con un assassinio al quanto strano: la testa di un uomo che divora la propria moglie aprendosi come un fiore. Di questo ed altri assassini si parla in televisione e sui giornali già nel primo mattino, mentre Shinichi e la sua famiglia sono a tavola, come di consueto, per fare colazione. Questa mattina, però, per il giovane Shinichi non è come tutte le altre a causa di quello che sembra essere stato uno strano incubo…oppure un’insolito incidente.

Sogno o realtà?

Proprio durante la notte precedente, infatti, nel pieno del sonno qualcosa di molto simile ad un serpente è entrato nella sua camera ed ha tentato di inserirsi nelle orecchie del ragazzo. Trovandole, però, occupate dalle cuffiette per la musica tenta di entrare attraverso il naso, provocando però in Shinichi uno starnuto che lo fa sobbalzare dal letto. Il ragazzo non capisce cosa sia successo, ma guardandosi intorno vede uno strano ed orribile serpente che si muove verso di lui. Il piccolo essere fa un salto verso il ragazzo e gli si infila nella mano, tentando di raggiungere la testa. Shinichi si agita, urla e tenta di bloccare con le cuffie la salita del serpente ma quando i genitori entrano in camera sembra che nulla sia accaduto ed incredulo si rimette a dormire.

Qualcosa non torna

Anche se la mattina è iniziata in modo normale, la mano in cui il serpente sembrava essere entrato è piuttosto strana, da fastidio e sembra avere una sua autonomia. E’ proprio mentre Shinichi sta tornando a casa, uscendo in anticipo da scuola, che qualcosa di insolito succede: salva una bambina che stava per essere investita da una macchina con la sola forza della sua mano destra. Impossibile, come ha potuto riuscire in un’impresa simile? Rientrato a casa in fretta e furia, il suo unico pensiero è appurare se quello accaduto la scorsa notte sia sogno o realtà. Ma proprio mentre tenta di pugnalare la sua mano con un coltello, ecco che questa prende vita spezzando la lama e mostrando ciò che si cela dietro di essa: un parassita di natura sconosciuta.

Compromesso

Shinichi spaventato inizia a fare domande, ma questo essere non sembra in forze per dialogare così appena dopo aver detto qualche parola, lascia che la mano torni quella di sempre ed il ragazzo si addormenta. La mattina successiva il ragazzo capisce che ormai tutto è realtà e trova l’alieno che giù dal letto sta leggendo libri su libri per imparare tutto sul linguaggio e l’umanità. Ormai non c’è niente da fare, il parassita ha invaso la mano di Shinichi e non c’è modo che vada via senza che la mano venga via con esso. Tenteranno a questo punto di convivere lasciando che il mostro escogiti un piano per dare autonomia alla mano del ragazzo. Qualcos’altro nel mondo però sta accadendo, sembra che le strane morti continuino ad aumentare ed il parassita suppone sia colpa di suoi simili, riusciti ad entrare nel cervello di altri umani.

Non siamo soli

Quale sia l’origine di questi essere non si sa, è solo chiaro che vengono dal cielo come fossero spore e che una volta impadronitesi dell’ospite lo invadono completamente e lo usano per trasformarsi in mostri divoratori. Mentre Shinichi si dirige verso scuola qualcosa cattura l’attenzione del mostro, facendolo destare. Ha infatti captato la presenza di un suo simile e si appresta a raggiungerlo per capire cosa sia. Arrivati sul posto ciò che trovano è un cane, trasformato ormai in un divoratore. Shinichi fugge su consiglio della sua mano perchè sembra che il cane sia ostile. Raggiunta la scuola, però, i due non sembrano aver seminato il cane che si è invece trasformato in un mostro. Il parassita decide allora di intervenire ed uccide il mostro, mostrando a questo punto la natura pericolosa e spietata degli esseri come lui.

Condividi su: