Cinderella Phenomenon: la bontà può cambiare la tua vita

Cinderella Phenomenon: la bontà può cambiare la tua vita

31 agosto 2018 0 Di Manganime

Cinderella Phenomenon è una visual novel sviluppata da Dicesuki e rilasciata su Steam con licenza free-to-play nel 2017. Questo gioco è del genere otome, quindi adatto a ragazze che vogliono simulare la conquista del ragazzo che più le attrae. 

La principessa e la sua non-fiaba

In seguito alla morte di sua madre, la principessa Lucette del regno di Angielle chiude il suo cuore a tutti e decide di non abbandonare mai il castello. Suo padre si è risposato e con la nuova e dolcissima moglie sono arrivati anche i suoi figli. Sia la sorellastra Emelaigne che il fratellastro Rod sono due ragazzi molto gentili ma Lucette è cresciuta con gli insegnamenti della madre secondo cui non ci si può fidare di nessuno. Le uniche che sembrano capire Lucette sono le sue bambole, in special modo Delora, la sua preferita. Anche se queste bambole non possono parlarle, sembrano ascoltare. Un giorno Lucette è costretta, in realtà è così che la vede lei, ad uscire dal castello con Emelaigne per cercare di stringere il legame con lei ed insieme vanno in paese a visitare un negozio di bambole. Lucette non fa che giudicare, lamentarsi e trattar male chi le sta intorno, così non appena torna al castello si rinchiude nella sua stanza ed inizia a lamentarsi con la bambola Delora. Delora improvvisamente si trasforma in una strega e per punirla di questo suo comportamento le infligge la maledizione di Cenerentola, da qui il titolo Cinderella Phenomenon.

Lucette si sveglia in mezzo alla strada, vestita di stracci e nessuno si ricorda che lei è la Principessa di Ghiaccio (il nome datole per il suo comportamento freddo). Viene trattata male da tutti finchè in una situazione di pericolo, un ragazzo la salva e la conduce al Marchen, una taverna per persone con le maledizioni. Qui Lucette conosce Parfait, una fata, che insieme alla strega buona Delora le spiegano la verità sul mondo magico. Anni prima il mondo era in piena armonia con la magia ma a causa i fratelli Grimm le storie sono state distorte e le streghe corrotte si sono vendicate creando le maledizioni. Ora Lucette dovrà imparare una lezione importante, che la bontà potrà può cambiare la vita e solo quando avrà compiuto tre buone azioni potrà liberarsi dal sortilegio. Per farlo, non essendo lei una persona buona, dovrà per forza cercare aiuto dalle persone intorno a lei ed imparare a fidarsi.

Personaggi

Lucette: E’ la principessa erede al trono di Angielle. Figlia di re Genaro, rimane molto addolorata dalla morte della madre e da quanto suo padre l’abbia trascurata negli anni. Nonostante la sua bellezza è molto fredda e crudele con gli altri, questo anche perchè la madre le aveva insegnato a non fidarsi di nessuno. Nonostante la nuova madre ed i fratelli acquisiti le mostrano gentilezza, preferisce chiudersi nella sua stanza a parlare con le sue bambole. Questo suo carattere le fa guadagnare il nome di Principessa del Ghiaccio e porta la strega Delora a lanciarle la maledizione di Cenerentola. Con questa maledizione lei affronterà la storia, senza poter essere riconosciuta e sotto le sembianze di una ragazza povera. Lucette sarà costretta a cercare l’aiuto degli altri e a compiere tre buone azioni per tornare una principessa

Delora: E’ una strega buona che ha maledetto Lucette per farle cambiare modo di comportarsi. Non vuole farla soffrire ma spera che tutto ciò le faccia imparare ad avere fiducia negli altri. Delora lavora insieme alla fata Parfait nella locanda Marchen aiutando le persone che sono state maledette a rompere gli incantesimi. Si diverte a prendere in giro e far fare a Lucette ciò che non vuole, per spronarla ad affrontare la sua storia con il piede giusto.

Parfait: E’ la fata proprietaria del Marchen. Nonostante i suoi poteri con gli anni siano diminuiti è sempre disponibile ad accogliere ospiti alla sua locanda in cambio di un aiuto. Cerca di indirizzare Lucette nella via della bontà insieme a Delora e spesso fa da mediatrice tra la protagonista ed i modi un pò bruschi di alcuni personaggi.

Jurien e Garlan: Sono le guardie del Marchen. Si assicurano che niente, come ad esempio streghe malvagie, minaccino l’unico luogo in cui le persone maledette possono aiutarsi. Loro credono che una forma di gentilezza sia la lealtà ed il coraggio.

Aiuti preziosi o strade da seguire?

Karma: Il suo vero nome è Klaude Aidric Renaldi Mattheus Almonte e nonostante appaia sotto le spoglie di una bellissima donna è un uomo. E’ stato colpito dalla maledizione della Bella e La Bestia. Per questo ha una rosa tatuata sul petto che diventa sempre più grande e tutte le donne che lo vedono si innamorano di lui. Per non far innamorare le donne si traveste lui da donna, ma questo spesso causa equivoci. Con la sua maledizione, se si innamora, si trasforma in una bestia, per questo rimane spesso per conto suo.

Rumpel: E’ un ragazzo molto gentile e che adora flirtare con tutte le belle ragazze. Per questo motivo viene spesso lo colpiscono e Karma gli farà scoprire che è un uomo. Quando viene trovato non ricorda il suo nome, che in realtà è Chevalier Du Mont, ma con se ha un taccuino su cui appunta quello che fa. Ha la maledizione di Tremotino che lo costringe all’amnesia.

Rod: E’ il fratello di Emelaigne e fratellastro di Lucette. Per colpa della maledizione della Sirenetta non ha più la voce ed il suo unico modo per comunicare è il coniglietto di peluche Sebby, che ha sulla sua spalla. Poichè ci si riferisce alla storia originale della Sirenetta, in cui se il suo amore non è contraccambiato lei diventa spuma del mare, se Rod non viene contraccambiato nell’amore muore. Per questo motivo non sembra molto intenzionato a rompere la sua maledizione.

Watlz: E’ un ragazzo gitano colpito dalla maledizione L’isola che non c’è. Per questa maledizione ha le sembianze di un bambino nonostante abbia 22 anni. E’ un ragazzo buono e non chiede niente in cambio quando aiuta gli altri. Rimane ammaliato dalla bellezza di Lucette e per questo la chiama “Mia piccola stella”. Per rompere la sua maledizione deve cercare un antico cimelio di famiglia da aprire con la chiave Campanellino.

Fritz: E’ la guardia del corpo di Lucette ma anche lui è stato colpito da una maledizione, quella di Cappuccetto Rosso. E’ buono, onesto, ha i capelli bianchi e la pelle mulatta ma quando si trasforma nel suo alter ego Varg ha la pelle chiara, i capelli scuri e diventa rude e pieno di se.

Grafiche e musiche fantasy

Per quanto riguarda la grafica e le musiche, Cinderella Phenomenon è davvero vicino ad un vero e proprio anime. I personaggi hanno i tratti caratteristici dei manga giapponesi: occhi grandi, capelli voluminosi e visi morbidi ma con leggeri tratti spigolosi. I vestiti sono abbastanza curati, senza esagerare con i dettagli, dato che la cosa fondamentale è la storia. I personaggi principali ovviamente sono più curati nei loro dettagli confronto a figure che compaiono sporadicamente, come ad esempio gli abitanti di Angielle. I background sono molto curati, con colori non esageratamente prominenti così che siano solo lo sfondo e non sovrastino i personaggi narranti.

Le scene del gioco sono tipiche di uno stile medioevale-fantasy, in cui c’è il borgo, il castello, le carrozze. La maggior parte delle scene sono svolte all’interno di luoghi specifici come ad esempio la taverna o le stanze. La grafica di gioco, come il menù principale o la sezione dei dialoghi sono studiate in modo che non solo richiamino uno stile anime ma anche un vero e proprio videogioco da console. Ci sono nella schermata principale, ad esempio effetti in movimento sullo sfondo ed un video introduttivo con tanto di musica, che presenta la visual novel. La canzone principale è molto simile allo stile della opening di Vampire Knight. La musica di gioco invece è in stile carillon, molto carina in se, ma a lungo andare viene voglia di toglierla perchè è troppo ripetitiva e quasi soporifera.

Il tuo destino dipende solo da te

Come ogni visual novel, anche in questa ogni scelta che si fa porta ad un determinato finale. Una pecca è che da quando inizia la storia, prima di interagire effettivamente con i personaggi ci vorranno circa 50 minuti di gameplay. Alla prima interazione ci verrà indicato che il diamante del gioco cambia colore se abbiamo fatto la scelta giusta. In realtà non c’è una scelta giusta o sbagliata ma in base a ciò che ci sembra la nostra strada otterremo un risultato. Dato che in questo gioco dovremmo affidarci anche agli altri è ovvio che l’avventura non sarà solo fiabesca ma anche romantica. Abbiamo a disposizione 5 ragazzi con percorrere la nostra strada ed ognuno ha un colore che lo contraddistingue quando il diamante della scelta “giusta” si illumina. Non c’è una strategia segreta o chissà quale interpretazione mistica, ma un suggerimento che posso darvi è: immedesimatevi nella vostra Cenerentola, ossia Lucette.

Condividi su: